Le buone prassi operative per chi compra o vende casa

Le buone prassi operative per chi compra o vende casa

1) far redigere una valutazione a un valutatore professionista (meglio se valutatore certificato)
2) produrre copia del titolo di provenienza per verificare l’effettiva proprietà dell’immobile e se la descrizione contenuta in atto corrisponda allo stato dei luoghi
3) produrre (venditore) l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) – verificare (compratore) l’Attestato di Prestazione Energetica – basse prestazioni energetiche incidono in maniera significativa sul valore degli immobili
4) verificare la conformità catastale – la planimetria catastale deve corrispondere allo stato di fatto
5) verificare la conformità urbanistica – occorre accertarsi che l’immobile non presenti parti abusive o opere non autorizzate
6) effettuare un’ispezione ipotecaria per verificare la presenza di vincoli, servitù, ipoteche ecc.
7) nel caso di immobili in condominio occorre reperire il regolamento condominiale, le tabelle millesimali e sincerarsi presso l’amministratore che non vi siano pendenze – occorre anche verificare se siano stati deliberati nuovi lavori manutentivi nel condominio, il cui costo graverà sull’acquirente
8) Verificare la tassazione sull’acquisto (imposta di registro, IVA, agevolazione prima casa, ecc.)

Il tutto prima di procedere alla sottoscrizione di un preliminare o compromesso di vendita.